Funghi di Borgotaro

I FUNGHI di BORGOTARO

Il “ FUNGO di BORGOTARO” è una denominazione I.G.P., sinonimo di qualità. Infatti i funghi porcini che nascono in questo territorio sono i più apprezzati dai gourmet per il loro sapore ma anche per il loro profumo. Ciò è dovuto alle caratteristiche territoriali che, coniugate con il microclima ivi esistente, rappresentano una condizione unica ed ideale non solo per la spontanea nascita dei funghi porcini ma anche per consentir loro di sprigionare caratteristiche uniche: consistenza, sapore, un profumo pulito, privo di qualsiasi sfumatura piccante ma anche delle altre influenze estranee che, non di rado, si riscontrano in questi prodotti (sentori di fieno, legno fresco liquirizia). Il fungo di Borgotaro peraltro non nasce solo a Borgotaro. Infatti la denominazione Fungo di Borgotaro si riferisce ai funghi porcini che, più o meno copiosi ma sempre qualitativamente eccellenti, nascono spontaneamente nei boschi che ricoprono gran parte del territorio dei comuni di Albareto, Borgo Val di Taro e Pontremoli. E, contrariamente a quanto la denominazione “Funghi di Borgotaro” potrebbe indurre a credere, è in quest'ultimo comune, Pontremoli, che si trova la più vasta area ricadente all'interno della zona identificata come produttrice del fungo di Borgotaro IGP Infatti l'intera area interessata dall'IGP ha un'estensione di circa 33.000 ettari: 15.400 dei quali si trovano nel Comune di Pontremoli mentre 8.800 sono ubicati nel Comune di Albareto e 8.900 nel Comune di Borgo Val di Taro. Peraltro una delle zone più conosciute ed estese in cui è possibile raccogliere funghi è proprio nel comune di Pontremoli. E' la Valdantena. Una valle incontaminata dove il compito che l'uomo si è assegnato, da sempre, è semplicemente quello di impedire che venga sciupato quanto donatogli da una natura generosa. Ed i funghi porcini, in questo ambito, rappresentano, fin da tempi remoti, uno dei regali più preziosi. In una realtà quasi esclusivamente contadina e di autoconsumo, il periodo della raccolta funghi era non solo un momento gioioso ed emozionante ma rappresentava anche la comparsa sulla tavola di un elemento gastronomico in grado di elargire non banali piaceri. Ed è così che, le più intraprendenti fra le massaie locali si resero conto che il successo ottenuto al desco familiare poteva essere replicato con successo facendo partecipi di tale piacere quanti non avevano la fortuna di vivere in questo territorio. In Valdantena nacquero pertanto, in rapida successione, oltre 100 anni or sono, 2 trattorie, la più antica delle quali, Antica Trattoria Maffei fu inaugurata addirittura nel 1905, mentre l'altra, quella che oggi si chiama “La Dina” la seguì a pochi anni di distanza. E, se in una valle in cui esistono solo piccoli borghi,( Molinello, Versola, Cargalla, Casalina, Previdè, Toplecca, Roncobianco, Groppoli e Cavezzana D'antena) che nell'insieme possono contare poco più di duecento persone  2 locali tipici hanno resistito per oltre un secolo ai cambiamenti dei gusti e delle mode ciò è dovuto soprattutto alla qualità dei funghi porcini utilizzati ed alle abilità culinarie delle sapienti eredi di una antica tradizione.

Nella stessa Valdantena, a 300 metri dalle trattorie sopra menzionate, ci troviamo noi con il nostro il B&B EREMO GIOIOSO. In stagione, è abbastanza consueto avere ospiti attratti dall'idea di potersi dedicare alla raccolta dei funghi porcini, qua, nel territorio che rappresenta il cuore dell'area in cui nasce il “fungo di borgotaro”. E, con l'intento di onorare lo spirito di accoglienza che da sempre è patrimonio della nostra gente, anche quest'anno, a tutti coloro che soggiorneranno presso l'EREMO GIOIOSO, nei mesi di Settembre ed Ottobre, senza alcun aggravio di costi, forniremo un tesserino abilitante alla raccolta dei funghi in Valdantena, valido per la giornata successiva al pernottamento.

Poi, se saranno fortunati potranno gustare tranquillamente a casa il frutto della loro ricerca ma, se lo saranno meno o, comunque, se la giornata trascorsa nei boschi, dovesse stimolare in loro l'appetito e la voglia di mangiare funghi, essa potrà trovare piacevole soddisfazione attraverso i sapienti piatti preparati in loco nelle trattorie Dina e Maffei...rigorosamente con i funghi di Borgotaro.


Le sottostanti descrizioni dei funghi porcini, tipici della zona di Pontremoli e della Valdantena e conosciuti come Funghi di Borgotaro,  sono tratte dalla pubblicazione “Funghi in Val Taro e Val Ceno”, a cura dei Micologi del Centro Studi Emidio Borghi, Luigi Rinaldi e Filippo 

- - - http://bedandbreakfastpontremoli.it/ 2016-03-27 always 1.0