Ennio Flaiano: la solitudine del satiro

Un'analisi dell'Italia, degli italiani, di Roma e dei romani, tutt'ora attuale. Un'intelligenza sferzante "in ogni minoranza intelligente c'è una maggioranza di imbecilli". Ironico, disincantato, osservava con distacco e punzecchiava caustico, metteva in ridicolo mode, costumi che, ahimè, per nulla hanno tenuto conto delle sue osservazioni. I Bar di Via Veneto non torneranno più ad essere quello che erano stati, ritrovo di artisti ed intellettuali, e gli scrittori, quelli buoni ma anche quelli meno capaci, sempre più spesso verranno invitati a parlare, a ritirare premi, sollecitati, sponsorizzati, imposti da chi i libri vuole venderli...a prescindere. Anche una vena di tenerezza però attraversa questo libro. E' quella che si coglie quando in esso si parla del poeta Cardarelli. Senza utilizzare frasi enfatiche, nel parlare di questo sensibile poeta e prosatore, Flaiano riesce però a trasmettere un affetto vero nei suoi confronti. Un affetto fatto di stima per le sue capacità ma anche di umana comprensione per la sua condizione fisica (Cardarelli soffriva di una malattia che gli faceva sentire sempre freddo, costingendolo a portare il cappotto anche in estate) e di dispiacere per la sua indigenza (Cardarelli, povero, poteva però consumare gratuitamente la colazione in alcuni bar che si erano resi conto del beneficio apportato dalla sua presenza che attraeva pubblico.)

- - - http://bedandbreakfastpontremoli.it/ 2016-03-27 always 1.0