FESTIVAL della MENTE

A Sarzana dal 2 al 4 Settembre: Festival della Mente 2016


Anche quest'anno Il Festival della Mente di Sarzana presenta un programma ricco e interessante. Se vuoi seguirlo, dando anche un benefico ristoro alla tua mente, noi saremo lieti di accoglierti al B&B EREMO GIOIOSO (raggiungibile in ca. mezz'ora. 47 Km. quasi totalmente in autostrada A15).

Il Festival della Mente è una manifestazione che dal 2004 si svolge a Sarzana, ultimo avamposto di quel lembo di terra chiamato Lunigiana, al confine fra Liguria e Toscana. Il tema centrale cui il Festival della mente è improntato, la creatività, conferisce una ricchezza di tematiche in grado di attrarre diversi tipi di pubblico. Infatti l'elemento creativo solca trasversalmente i vari ambiti specialistici. Ciò, ha fatto sì che al Festival della mente possano portare il proprio originale contributo tanto accademici acclarati quanto portatori di saperi e percorsi di vissuto meno usuali. Una ricchezza espositiva che, negli anni, ha riscosso un grande interesse nel pubblico che sempre più numeroso, in occasione del Festival della Mente, affluisce a Sarzana da ogni parte di Italia.  

Salvatore Veca, filosofo, parlerà di spazio pubblico. Uno spazio in grado di stimolare la partecipazione, nel quale possano trovare espressione anche istanze prive di rappresentanza istituzionale. Uno spazio quindi in grado di fornire stimoli  tesi a migliorare l'esistente ma anche di produrre  visioni non appiattite sul modello imperante.

Festival della mente 

VENERDI' 2  SETTEMBRE 2016, ORE 19.00

JONATHAN SAFRAN FOER scrittore americano di origine ebraica ragionerà con RANIERI POLESE, filosofo, in merito ai cambiamenti sociali ed ai loro riflessi su quelli familiari. Come cambia il concetto di casa, quello di famiglia ed anche quello di appartenenza ad un dato luogo nello spazio...le radici. 

Festival della mente 

VENERDI' 2  SETTEMBRE 2016, ORE 19.15

MATTEO NUCCI, scrittore e VALENTINA CARNELUTTI, attrice, entrambe, per professione, usi ad utilizzarla con disinvoltura, si produrranno nel rappresentare la forza contenuta nella parola.

Festival della mente 

VENERDI' 2  SETTEMBRE 2016, ORE 21.15

NADA MALANIMA, artista e FAUSTO MESOLELLA, chitarrista, portano in scena la storia di Leonida, analizzandone l'esistenza trascorsa. Un pò come la nottola di Minerva, che, senza velleità di presagire il futuro, illumina il giorno passato, rendendo chiari incontri, vicende, relazioni sentimentali.

Festival della mente 

Venerdì 2 SETTEMBRE 2016, ORE 21,30

GUIDO TONELLI, fisico del CERN, in un percorso a ritroso di alcuni miliardi di anni cercherà di spiegare la nascita dello spazio e del tempo.


Festival della mente 

Venerdì 2 SETTEMBRE 2016, ORE 23,15

Alessandro Barbero, storico, illustrerà i condizionamenti dello spazio sui campi di battaglia. Tenuto conto di questo aspetto la differenza la fanno gli eserciti e la genialità dei loro comandanti.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 10.00

Alberto Mantovani, scienziato. Fornirà una dettagliata spiegazione delle relazioni intercorrenti fra sistema immunitario e sistema nervoso centrale e, le conseguenti problematiche immunologiche derivanti dal malfunzionamento di questa relazione.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 10.00

SIMONA ARGENTIERI psicoanalista, STEFANO GASTALDI,  psicoterapeuta e GIOVANNA MONTINARI, psicologa, si produrranno in un'analisi del maschio. Influenze ambientali e culturali nella sua evoluzione e nei ruoli ad esso tradizionalmente assegnati.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 10.15

VALERIO MAGRELLI, giornalista e ANDREA GENTILE, scrittore analizzeranno l'influenza della scienza nei serial televisivi, aiutando a capire se e quanto il messaggio veicolato dagli stessi debba essere ritenuto scientificamente fondato.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 11.30

RAMAK FAZEL fotografo, GIORGIO VASTA direttore di riviste e MICHELE LUPI, romanziere, insieme per una riflessione sui luoghi abbandonati che prende spunto da un viaggio attraverso i deserti americani e le loro ghost town.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 12.00

DOMINIQUE CARDON, sociologo intratterrà il pubblico su un'analisi degli algoritmi utilizzati in rete per gerarchizzare le informazioni e profilarne i fruitori attraverso logiche predittive.

Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 12.15

RICCARDO STAGLIANÒ, giornalista. Un'analisi di come automazione e informatizzazione stiano distruggendo più posti di lavoro di quanti non riescano a crearne. Si prospetta una stagione di neo luddismo o sapremo adottare adeguati accorgimenti?


Festival della mente

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 14.45

LAMBERTO MAFFEI, professore di neurobiologia alla normale di Pisa.  Maffei parlerà della ribellione intellettuale. Quella che dovrebbe indurci a capire che, istruzione, sanità e giustizia dovrebbero essere uguali per tutti. Ahimè temo uno dei sermoni della domenica che gli appartenenti a caste privilegiate tengono al popolo al fine di elargirgli balsami consolatori tesi ad impedire che quest'ultimo si incazzi sul serio. In tutta franchezza mi sentirei più vicino a Danton che, crudamente, affermava:- i tuoi diritti valgono se hai la forza per farli rispettare.-


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 15.00

CLAUDIO BARTOCCI, CHIARA VALERIO matematici. Incontro in cui si parlera dell'influenza della matematica nella misurazione e conoscenza del mondo.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 15.00

PAOLO BOCCARA, PAOLA CARBONE, GIUSEPPE RIEFOLO, psichiatri. Analogie fra la sala cinematografica e la stanza dell'analisi. Nella prima emergono emozioni e sentimenti mediati e provocati dalle immagini, nella seconda siamo protagonisti e spettatori del romanzo della nostra vita.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 16.45

GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI, astrofisico. I misteri dell'universo spiegati, almeno per ciò che riguarda la parte in cui siamo riusciti a svelarli. Tanto è stato fatto e tanto resta ancora da capire.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 17,00

CINO ZUCCHI architetto, ALDO COLONETTI, filosofo. Passato, presente e futuro tre dimensioni del tempo in cui si muove l'architettura sempre alla ricerca di virtuosi equilibri sul crinale che divide la conservazione dall'innovazione.

Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 18,00

CHIARA SARACENO, professore. La famiglia fra norme e vissuto. E poi ancora fra norme che, diverse da luogo a luogo, poco si adattano ad un'epoca caratterizzata da grande mobilità.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 18,30

MASSIMIANO BUCCHI, insegnante. l'innovazione frutto di ricerche di pochi ma, non di rado, sintesi di esperienze pragmatiche e collettive.


Festival della mente 

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 19,30

MATTEO NUCCI, scrittore e VALENTINA CARNELUTTI, attrice. L'uomo è l'unico animale consapevole di dover morire. Un destino ineluttabile cui talvolta, alla ricerca di una memoria immortale, viene dedicata l'intera esistenza o anche un singolo atto teso a congelarci in un istante di eroismo.


Festival della mente

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 21,00

GIUSEPPE CEDERNA, attore. Su un testo di Gianmaria Testa, riflessioni e digressioni sulle migrazioni e sul senso di umanità ai tempi nostri.


Festival della mente

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 21,15

IGUDESMAN & JOO. Un violinista ed un pianista, virtuosi ma, nello stesso tempo, ironici, capaci di sovvertire le regole dello spettacolo, così come le conosciamo.


Festival della mente

SABATO 3 SETTEMBRE 2016, ORE 23,15

Alessandro Barbero, storico, illustrerà i condizionamenti dello spazio sui campi di battaglia. Tenuto conto di questo aspetto la differenza la fanno gli eserciti e la genialità dei loro comandanti.


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 10,00

MARCO BALZANO, CHRISTIAN RAIMO, scrittori con una visione progressista della scuola. Non solo competentificio ma formatrice di capacità di pensiero critico. Strumenti necessari a creare una società più aperta, dialogica.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 10,00

PAOLO CORNAGLIA FERRARIS, GIORGIO GAZZOLO, NICOLA GOMIRATO, GIANVITO MARTINO, LUCA PANI, ENRICO VALTELLINA. Una discussione su quanto ricavabile, in merito all'autismo, attraverso lo studio della sindrome di Asperger. Un viaggio nel complesso mondo della psiche e delle sue patologie.


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 10,15

PIERGIORGIO ODIFREDDI, matematico ci spiegherà perché siamo circondati da stupidi che, a loro volta, pensano di essere circondati da stupidi e, forse, a giudicare dall'andamento del Paese...pensiamo la cosa giusta sia noi che loro! Ahime!


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 11,30

ATTILIO BRILLI, professore. Il viaggio: un percorso fisico accompagnato e spesso anticipato da un, non meno gratificante, percorso mentale.


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 12,15

GIANPIERO DALLA ZUANNA, professore di demografia. Una discussione sul tema dell'immigrazione sottratta a visioni ideologiche e propaganda politica. Ancorata ai dati che la demografia, scienza peraltro fallibile e oggetto di interpretazione come ogni altra, sembrerebbe metterci a disposizione.


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 12,15

ANNA OTTANI CAVINA, docente di storia dell'arte. L'Italia è il territorio in cui per primi i pittori abbandonano gli atelier per dipingere il paesaggio. Saranno seguiti poi da inglesi, tedeschi, danesi e francesi ma, la primogenitura conferisce alle rappresentazioni del territorio italiano un fascino che tuttora persiste.


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 15,00

BRUNO ARPAIA, ALESSANDRO ZACCURI, romanzieri. Una miniera, una discarica. La terra è l'uno e l'altro. Il ritmo esponenziale con cui si riempiono le nostre pattumiere potrebbe prefigurare un'apocalisse. Ancora scongiurabile, a patto che...


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 15,00

ALESSANDRO DAL LAGO, sociologo e  SERENA GIORDANO, illustratrice. Non tutto ciò che viene rappresentato su un muro può essere definito arte, però non possiamo neppure ignorare che i graffiti sono uno spazio di creatività che, non di rado ha influenzato anche  la pittura accademica. E poi...a chi appartiene la città?


Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 15,30

MARCO BELPOLITI, saggista ci aiuta a vedere la casa secondo angolature inusuali. 



Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 16,30

SILVIO SOLDINI, regista, ALBERTO CASIRAGHY, artista e JOSEF WEISS rilegatore. L'arte della stampa. Gesti misurati, precisione, fantasia in un mondo che sembra in procinto di essere spazzato via dalla modernità.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 17,30

GIACOMO RIZZOLATTI, neuroscienziato e ANTONIO GNOLI giornalista come la scoperta dei neuroni specchio apre nuove prospettive in relazione all'evoluzione della specie umana.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 18,30

GABRIELLA CARAMORE, autrice, affronta il problema del bene troppo spesso trascurato a favore del suo antagonista, il male, sovente oggetto di studio per individuare le varie cause.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 19,15

MATTEO NUCCI, scrittore e VALENTINA CARNELUTTI, attrice, ragioneranno in merito al sogno. Una condizione che ci parla di chi in tal modo si presenta ma...soprattutto di noi.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 21,00

MARCO MARTINELLI, drammaturgo, la coralità teatrale crea emozioni, sentimenti ed aiuta a trascurare quello che Gadda chiamava il più odioso dei pronomi, "io, sostituendolo con il più socievole "noi".

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 21,15

PAOLO RUMIZ, scrittore e ALESSANDRO SCILLITANI, documentarista affascinante narrazionein merito al percorso più antico d'Europa. il suo fascino ma non sempre si incontra solo l bello.

Festival della mente

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 23,15

ALESSANDRO BARBERO, storico. La terza guerra d'indipendenza. generali poco inclini ad assumersi responsabilità, un pò come fanno ora in buona parte dei dirigenti, senza distinzione fra pubblico e privato. Prima regola: "pararsi il culo!". Così a Custoza le abbiamo buscate e pure in mare, a Lissa, non è andata meglio. Però alla fine qualcosa abbiamo guadagnato, lucrando sulla vittoria prussiana.

- - - http://bedandbreakfastpontremoli.it/ 2016-03-27 always 1.0