A pochi chilometri di distanza dal B&B Eremo Gioioso inizia un parco naturale ricco di fascino.

Il Parco dei 100 Laghi.

In realtà il vero nome del parco è Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma, ma da sempre, in virtù dei numerosi laghi che lo caratterizzano, da tutti è conosciuto come Parco dei 100 laghi.

La zona è molto prossima al B&B Eremo Gioioso. Dista da esso poco più di una decina di chilometri, da percorrersi lungo la strada provinciale che conduce al Passo del Cirone.

da previdè al parco dei 100 laghi

Il Parco, collocato nella parte più orientale dell'Appennino Parmense comprende, i territori di due province. Quella di Reggio Emilia e quella di Massa Carrara.

Si estende su di un territorio montuoso che, la dove si scende di quota, offre paesaggi variegati, caratterizzati da un alternarsi di campi lavorati, prati e boschi di faggi e castagni.

Al suo interno è percorso da numerose strade forestali e sentieri pedonali che lo rendono luogo ideale per tutti coloro che amano la natura e la vita all'aria aperta.

Ma la bellezza non è l'unica caratteristica apprezzabile nel Parco dei 100 laghi.

Ai piaceri della vista possono essere affiancati infatti quelli del palato, visto che, al suo interno, si producono due delle italiche eccellenze gastronomiche apprezzate in tutto il mondo: il prosciutto di Parma ed il parmigiano Reggiano.

Fra i laghi che caratterizzano il Parco il più conosciuto è Il Lago Santo.

Esso è il più grande lago naturale dell'intero appennino settentrionale.

Sulle sue sponde si trova il rifugio "Giovanni Mariotti", che dispone di una cucina attrezzata e ben 42 posti letto.

La struttura è stata realizzata a cura della locale sezione del CAI, ormai 134 anni or sono,  allo scopo di fornire riparo e ricovero agli escursionisti.

Il lago è popolato da trote fario, salmerini alpini, cobiti e scardole. Vi sono inoltre varie specie di insetti e crostacei.

Per esercitare la pesca nel lago Santo è necessario essere in possesso, oltre alla licenza di pesca, di un tesserino della regione Emilia-Romagna, necessario per esercitare tale attività anche in acque da salmonidi (cat.D).

Tale permesso viene rilasciato gratuitamente dagli enti comunali, così come l'altrettanto necessario permesso da richiedere sulle sponde del lago.

La pesca è consentita nei giorni di lunedì, giovedì, sabato, domenica e festivi.

Il lago Santo è facilmente raggiungibile dal rifugio Lagdei (situato a quota 1250 metri, a circa 10 km da Corniglio, dotato di ristorante e di un ampio parcheggio) che dista soltanto 25 km da Previdè.

Può essere raggiunto in due modi:  tramite una seggiovia (attiva solo in estate), oppure a piedi seguendo un facile sentiero panoramico (723A) o un sentiero in mezzo al bosco di faggio (727/723) che in meno di tre quarti d'ora di cammino consentono di raggiungere il rifugio Mariotti.

A pochi km di distanza dal Lago Santo, troviamo un'altra serie di laghi pittoreschi, con caratteristiche simili. Fra questi meritano di essere menzionati il lago Verde, il lago Ballano. Più piccoli del lago Santo ma, certamente, non meno belli.

Molte e tutte interessanti, all'interno di questo parco, sono le opportunità riservate anche ad  escursionisti esperti ed esigenti . E non solo nella buona stagione.

In inverno, infatti, quando il territorio è coperto di neve, al suo interno è possibile praticare lo sci sui campi di Prato spilla o partecipare ad una delle numerose ciaspolate organizzate dalle guide locali.

- - - http://bedandbreakfastpontremoli.it/ 2016-03-27 always 1.0